BLOG

Luglio 2017
PROTEZIONE DELLE COLTURE DALLA PIOGGIA: LA RICERCA ARRIGONI PROPONE UNA SOLUZIONE EFFICACE

PRESENTATI DURANTE LA CONFERENZA INTERNAZIONALE AIIA DI BARI I RISULTATI DI UN INTERESSANTE STUDIO

protezione delle colture dalla pioggia

Nel corso dell’undicesima edizione della Conferenza Internazionale AIIA svoltasi il mese scorso a Bari dal titolo “Biosystems Engineering addressing the human challenges of the 21st century”, ha avuto un ruolo di grande rilievo la presentazione degli studi e degli incoraggianti risultati dei test effettuati dal gruppo Arrigoni Spa sulla migliore soluzione per la protezione delle colture dalla pioggia.

Arrigoni Spa è attiva sul fronte dei rimedi ai sempre più frequenti fenomeni di pioggia abbondante, conseguenza dei mutamenti climatici in atto, che causano ingenti danni alle colture.

Coltivazioni frutticole come ciliegio, kiwi, pesca, prugna o frutti di bosco, infatti, insieme ad alcune colture di ortaggi come lo spinacio, subiscono gli effetti negativi delle piogge eccessive come sviluppo di malattie fungine e il cracking del frutto (per le ciliege).

dispositivo di prova

Il gruppo di ricerca Arrigoni in collaborazione con le università di Bari e di Foggia ha dimostrato come il tessuto Arrigoni 3532BT PROTECTA 32 sia in grado di proteggere le coltivazioni dai danni della pioggia senza pregiudicare la sua capacità essere attraversato dall'aria, che è garanzia di rendimento nella raccolta di molti frutti, in particolare delle ciliegie.

Finora si era affrontato il problema della protezione dalla pioggia ricorrendo a due pratiche: i trattamenti chimici e le coperture impermeabili come film plastico e/o film retinato.

Con i trattamenti chimici si riduce il potenziale osmotico all'interno dei frutti; tuttavia l’efficacia non è costante e proprio in concomitanza di precipitazioni intense, la riduzione del cracking è di fatto esigua. Con i trattamenti chimici, poi, il gusto del frutto si modifica con comprensibili conseguenze di mercato.

Se i film plastici hanno successo nella protezione totale dei frutti dalle piogge, è vero che essi causano un aumento della temperatura e dell'umidità relativa dell’ambiente che proteggono e modificano in maniera rilevante la qualità della radiazione incidente sulle coltivazioni.

L'uso di tessuti in HDPE, appositamente sviluppati dal laboratorio Arrigoni, costituisce allora un efficace sistema di protezione dalle piogge che supera i problemi prodotti con l’uso di sostanze chimiche e di coperture impermeabili.

Per la verifica sperimentale sui tessuti è stato progettato e installato un dispositivo di prova con il quale si simula e si misura la permeabilità delle reti agricole a diverse inclinazioni del tessuto rispetto alla pioggia, in termini di riduzione della quantità di acqua piovana in grado di passare attraverso.

L'indice di permeabilità alla pioggia della rete è definito come il rapporto tra l'acqua raccolta nel contenitore sotto il campione di rete e quella complessivamente alimentata da un sistema di ugelli di generazione della pioggia. Sono state testate reti con differenti caratteristiche geometriche di porosità, di struttura tessile e di tipologia di filati; è stato esaminato l'effetto dell'inclinazione della rete, nonché il reale contributo di un sistema tessile a doppio strato alla diminuzione della permeabilità alla pioggia.

protezione delle colture dalla pioggia

I risultati riportati dal tessuto 3532BT PROTECTA 32 durante il test consentono di comprendere l'influenza dei principali parametri sulla permeabilità alla pioggia delle reti.

La porosità non può essere direttamente correlata alle permeabilità. La dimensione della maglia, l'inclinazione della rete e l'utilizzo dello schema a doppio strato del sistema di protezione, invece, ne influenzano significativamente il comportamento.

Quando viene installato un secondo strato, il sistema diventa pressoché impermeabile, con un indice di permeabilità della pioggia di valore molto basso associato a tutte le inclinazioni testate (10% - 20% - 30%).

Nuovi studi e test saranno condotti per indagare ancora più a fondo le caratteristiche di tutti i tessuti Arrigoni nell’interazione con la pioggia, la quale può essere di diversa intensità e qualità; tuttavia grazie ai test già condotti la soluzione costituita dal tessuto 3532BL PROTECTA 32 è evidentemente valida ed efficace nonché migliorativa rispetto alle alternative tradizionali utilizzate per la protezione delle colture dalla pioggia.